Regolamento del Frantoio

Campagna 2017/18

1) Il responsabile della gestione del frantoio (magazzino e opificio) è il consigliere con delega “Responsabile frantoio”; il responsabile operativo del frantoio è il frantoiano di turno.
2) Il frantoio è un locale pubblico per cui devono rispettarsi le norme di qualsiasi altra attività commerciale;
3) All’interno dei locali del frantoio (magazzino e opificio) è assolutamente vietato fumare.
In flagranza dell’illecito il responsabile del frantoio può applicare una ammenda secondo le attuali norme vigenti.
4) Possono consegnare le olive tutte le aziende agricole ed i proprietari/gestori di oliveti siti in loco e aree limitrofe (soci e clienti).
Il conferente si impegna a conferire solo olive da lui coltivate nei fondi di proprietà o in gestione.
5) La data di apertura del frantoio viene stabilita ogni anno dal Consiglio d’Amministrazione in base agli andamenti stagionali e ne verrà data amplia comunicazione agli interessati.
Per la campagna 2017/18 l’apertura del frantoio è fissata a sabato 21 ottobre 2017.
La chiusura verrà fissata in base alla domanda e all’andamento stagionale e delle produzioni.
6) Le tariffe di molitura sono stabilite dal Consiglio di Amministrazione.
Per la campagna 2017/18 il prezzo per la molitura è fissato per i soci in € 13.00/ql e per i clienti in €15.00/ql (prezzi iva compresa).
7) In conformità all’attuale legislazione nel locale è ammessa la sola presenza dei lavoratori (particolari permessi potranno essere rilasciati dalla direzione per visite a scopi didattici).
8) È assolutamente vietato ai conferenti accedere al locale frantoio o avvicinarsi alle macchine.
9) Gli operai del frantoio non sono tenuti né a dare spiegazioni del loro operato, né tanto meno a ricevere indicazioni. Le eventuali contestazioni vanno rivolte al responsabile del frantoio o, in sua assenza, a chi ne è delegato;
10) Non sono ammessi animali nei locali del frantoio.
11) L’eventuale prestito di casse, servizio fornito esclusivamente ai soci, potrà avvenire solo presso il reparto magazzino, previo deposito cauzionale di 4 euro a cassa, con rilascio dell’annesso bolletta di carico.
L'importo verrà restituito al momento della restituzione completa delle casse.
A fronte della mancata restituzione parziale o totale delle casse il deposito cauzionale verrà trattenuto interamente.
12) Le olive consegnate per la molitura devono essere pulite da rametti e corpi estranei (chiodi, sassi, etc) e devono essere consegnate in cassette finestrate impilabili di capienza massima 25 kg che dovranno essere ritirate entro il giorno successivo alla molitura.
È assolutamente vietato l’uso di sacchi.
13) Qualsiasi danno ai macchinari dovuto alla mancanza di pulizia delle olive ed alla presenza di corpi estranei verrà addebitato al conferente stesso.
14) Le olive devono arrivare al frantoio in buone condizioni senza rilevanti sintomi di attacchi parassitari e di fermentazioni in atto.
Il frantoiano o in sua assenza l‘operaio di turno controllerà lo stato di conservazione delle olive e la loro pulizia, riservandosi la facoltà di respingere partite non idonee; in tal caso le stesse dovranno essere prontamente ritirate dal proprietario. Nel caso in cui l’operaio di turno non ha certezza sull’accoglimento delle olive, esso demanderà la decisione al frantoiano di turno che entro il giorno successivo avviserà opportunamente il conferente.
Si raccomanda il conferimento di prodotto fresco (max 36-48 ore dalla raccolta) e il rispetto dei tempi di carenza nella raccolta di prodotto trattato con prodotti chimici (ricordiamo che vengono effettuati campionamenti a sorpresa, per verificarne il corretto utilizzo di questi prodotti e la coerenza con quanto dichiarato).
15) Il conferente dovrà consegnare una partita del peso minimo di 200 kg, se desidera che questa venga molita per conto proprio. In caso contrario il responsabile provvederà ad abbinarla ad altre partite di olive e darà in cambio il quantitativo di olio, valutato in percentuale sulla quantità molita e sulla resa risultante.
Se più conferenti intendono molire congiuntamente le proprie olive, fermo restante il limite minimo di 200 kg complessivo, devono darne comunicazione all’operaio che effettuerà la pesatura divisa per ogni singolo cliente. L’olio prodotto, in questo caso, sarà ridistribuito in base al peso del prodotto secondo la resa risultante.
16) Al momento della consegna delle olive il conferente deve anticipatamente consegnare i recipienti per uso alimenti, con sovrascritto il nominativo del conferente, di capienza sufficiente alla raccolta dell’olio prodotto, fatti salvi i casi di deposito presso la cooperativa UNAGRI.
La capacità dei recipienti dovrà essere di minimo 10 litri, con diametro di apertura minimo di 5 cm.
Di norma il peso dei contenitori a riempimento eseguito dovrà essere al massimo di 25 kg.
Si consiglia l’utilizzo di contenitori in acciaio.
17) Al momento della consegna le olive vengono pesate dal personale addetto in presenza del conferente, cui viene rilasciata una bolla di pesata, vidimata dalla direzione, che deve essere conservata con cura e presentata al momento del ritiro dell’olio.
18) Tutti i soci ed i clienti del frantoio devono, obbligatoriamente, firmare la dichiarazione dei fitofarmaci (trattamenti) effettuati sulle olive consegnate.
Tale dichiarazione ha lo scopo di garantire i clienti, che macinano dopo la partita in questione, che il loro prodotto sia privo di residui di fitofarmaci.
Ricordiamo che trattare con fitofarmaci è consentito, se fatto in maniera giusta e rispettando i tempi di carenza, le quantità indicate e i modi di somministrazione.
19) Il frantoiano suddivide le partite per tipologia e qualità.
La sequenza di lavorazione avverrà considerando prioritariamente la tipologia e di seguito l’ordine temporale di conferimento.
20) Al momento di ritiro dell’olio occorre presentare la bolla di pesata, rilasciato all’atto di consegna delle olive, e per i non soci la fattura con l’attestazione dell’avvenuto pagamento per il servizio prestato.
In mancanza di detta documentazione non verrà consegnato l’olio prodotto.
Occorre verificare con l’ufficio l’esattezza dei dati anagrafici come indirizzo, codice fiscale e telefono sui dati meccanizzati, onde consentire all’ufficio la redazione di documentazione corretta con l’esatto recapito della corrispondenza.
21) Il ritiro dell’olio potrà avvenire esclusivamente a frantoio aperto.
In presenza di contenitori che, a riempimento effettuato, risultino di peso singolo maggiore di 25 kg il ritiro dell’olio potrà avvenire solo con la presenza congiunta del frantoiano e di un operaio.
22) Ricordiamo che nel frantoio è presente un sistema di videosorveglianza, pertanto in ogni momento è possibile sapere chi riconsegna l’olio e quante taniche sono state riconsegnate.
Sede Legale e Amministrativa:Via A. Padovani, 04020 ITRI (LT) – Italy
Tel. (+39) 0771727928 – fax (+39) 0771730226
C.F. 81002950590- P.i. 00277990594 – R.E.A. di Latina n. 29909 – Reg. Imprese di Latina n. 466
www.unagri.com – info@unagri.com
23) Nei casi non contemplati nel presente regolamento si demanda alle decisioni del gestore del frantoio, concordate con il consigliere con delega “Responsabile frantoio” e/o con il Presidente.
24) Durante il periodo di apertura del frantoio è possibile effettuare visite didattiche all’impianto.
Per motivi organizzativi le visite devono essere prenotate e concordate con il consigliere con delega “Responsabile frantoio” o con il Presidente.
25) Periodicamente saranno svolte sedute amatoriali di assaggio degli olii prodotti dal frantoio UNAGRI.
I soci e i clienti che intendono partecipare alle sedute di assaggio con i propri olii sono tenuti, all’atto della molitura, a compilare la scheda informativa ed a consegnare un campione di 250 cl.
Questo regolamento interno contiene essenzialmente prescrizioni per il Cliente.
Le norme di gestione del frantoio sono quelle previste dalla legislazione italiana, europea ed il sistema di HACCP.
Si invitano tutti i clienti a prendere visione del regolamento ed a rispettarlo, in maniera da instaurare una duplice collaborazione, idonea al miglioramento dei servizi offerti dalla Cooperativa UNAGRI e quindi a migliorare la qualità dell’olio prodotto.